ansiaL’ansia, più di tutte le altre problematiche di carattere psicologico, ha notevoli manifestazioni sia a livello cognitivo con un sovraccarico di pensieri negativi, stato di paura intensa, fino ad arrivare ad angoscia di morte, sia a livello somatico con tachicardia, tremori, sudorazione, sensazione di soffocamento, respiro accelerato o difficoltà respiratorie, irritabilità e ipervigilanza, etcc..

 

Intervenire sull’ansia

 

Pertanto la presa in carico di un problema di questo tipo consiste in:
– anamnesi e valutazione degli stili di vita comportamentali della persona;
– valutazione della personalità, eventualmente anche attraverso l’uso di test psico-diagnostici;
– esplorazione dei contenuti emotivi ed esperienziali con riferimento alla storia della persona;
– comprensione della formazione del sintomo con il paziente;
– scomposizione, elaborazione del sintomo e co-costruzione con il paziente di training per la gestione dell’ansia;
– aumento della consapevolezza emotiva e corporea, attraverso tecniche psico-corporee, tecniche di rilassamento e tecniche di respirazione specifiche.

Nell’ansia, a causa di un’accelerazione della respirazione, vi è maggiore apporto di ossigeno nell’organismo che aumenta il metabolismo cellulare e l’attivazione dei sistemi fisiologici. Quindi verranno utilizzate tecniche di respirazione basate più sullo svuotamento che sull’introito di ossigeno.

 

TORNA INDIETRO